Da cinque anni, il “tiramisù più buono del mondo” non può fare a meno di lui: il savoiardo Vicenzovo è “IL” biscotto per eccellenza della ricetta originale del dolce al cucchiaio più famoso nel mondo. Anche quest’anno, il partner storico è al fianco della Tiramisù World Cup in programma a Treviso dall’8 al 10 ottobre.

C’è chi lo usa a colazione, inzuppandolo nel caffè del risveglio, o chi lo preferisce come spuntino della “seconda colazione” del mattino in ufficio. Per tutti, il savoiardo prodotto da Matilde Vicenzi è l’ingrediente base della ricetta originale del Tiramisù fatto in casa. E da cinque anni è il protagonista delle ricette che vincono la Tiramisù World Cup, in programma quest’anno a Treviso dall’8 al 10 ottobre.

Ma come è fatto questo biscotto che da decenni non manca nelle dispense delle famiglie italiane e che è il più utilizzato nella preparazione del Tiramisù? La sua è una ricetta semplice, fatta di soli tre ingredienti: uova, zucchero e farina. 

E chi prepara il Tiramisù sa che con pochissimi grassi (solo 3,8%) riesce a bilanciare il carico dato dalla crema di mascarpone.

La sua è la consistenza giusta per l’inzuppo e per amalgamarsi al meglio con gli altri ingredienti del dolce, tenero al taglio e morbido al palato, come possono confermare i giudici delle varie edizioni della TWC.

Matilde Vicenzi ha ulteriormente nobilitato la ricetta con uova da gallina allevate a terra 100% italiane, zucchero da filiera italiana e farina macinata a pietra 100% italiana per renderlo ancora più adatto al tiramisù.

I concorrenti della TWC 2021 lo avranno a propria disposizione nella confezione da 300 grammi (vedi foto) e si stanno già allenando per realizzare il “Tiramisù più buono del mondo”.



Articoli correlati