Dalle 11 alle 19 di ieri la lunga diretta online. Hanno vinto l’Instagram contest: 1° posto Alessandra Vendemiati di Venezia, 2° posto Hellen Green di Milano, 3° posto Annalisa Pensabene di Belluno

Si sono collegati da ogni angolo del globo per prendere parte alla Tiramisù Global Marathon 2022, il secondo raduno “virtuale” degli appassionati del dolce al cucchiaio più popolare al mondo: chi come semplice spettatore e chi per portare il proprio saluto, chi per “condividere” una personalissima ricetta del celebre dessert e chi per partecipare al contest tramite i canali social della Tiramisù World Cup. Otto ore di diretta online, ieri 28 novembre, dalle 11,00 alle 19,00 (ora italiana).

In centinaia hanno preso parte alla seconda edizione della Tiramisù Global Marathon, l’appuntamento virtuale della sfida più golosa dell’anno, organizzata dalla TWC con la collaborazione della Tiramisù Academy.
Il contest fotografico tenutosi sul canale Instagram della TWC, ispirato al tema della sostenibilità e difesa del nostro ambiente dal titolo “Un Tiramisù per il nostro pianeta” è stato vinto da Alessandra Vendemiati di Venezia, al primo posto con il suo “GreenMISÙ” (zuccherini verdi e cioccolato fondente); al secondo posto, Hellen Green (Elena Pepori) da Milano con il “Love Planet” (cioccolato temperato e panna); terzo posto per Annalisa Pensabene di Belluno con “Una Rosa per il Pianeta” (pistacchi). I tre accedono così di diritto alle selezioni del TWC 2022, il prossimo autunno a Treviso.

C’è di più. I tre vincitori sono anche diventati simbolicamente azionisti di di Time for the Planet, la società non profit che crea e finanzia delle aziende che lottano contro i mutamenti climatici a livello mondiale.

«Abbiamo avuto collegamenti di ospiti internazionali, dal Brasile, dalla Russia, dagli Stati Uniti e dall’Europa – ha commentato l’organizzatore, Francesco Redi – . L’appuntamento è cresciuto notevolmente rispetto allo scorso anno, grazie anche alla grande collaborazione con i “Trevisani nel Mondo” che hanno contattato i nostri emigrati all’estero, i quali non mancano di farsi portabandiera dell’italianissimo dolce».

La “sfida” era aperta anche ai più piccoli (fino ai 16 anni di età) che nella loro categoria hanno potuto ugualmente cimentarsi nella preparazione Tiramisù. Per i giovanissimi chef, grazie alla rinnovata collaborazione con Edizioni PIEMME e la Fondazione Geronimo Stilton, la possibilità di leggere gratuitamente sul sito della Tiramisù World Cup il libro “La gara dei cupcake” di Geronimo Stilton.

I partner che saranno presenti alla Tiramisù Global Marathon sono stati: Lattebusche per il mascarpone, Matilde Vicenzi per i savoiardi, Pavesini per il biscotto di Novara, Hausbrandt per il caffè, Amadori per le uova, Italia Zuccheri per lo zucchero.

Per tutte le info: tiramisuworldcup.com/tiramisu-global-marathon/



Articoli correlati